.
Annunci online

Ristorante Il LIberty _ Chef Andrea Provenzale
post pubblicato in diario, il 15 gennaio 2011
La curiosità di provare ristoranti nuovi è sempre forte, così ieri sera io, Clarissa e Filippo abbiamo prenotato un tavolino per tre al Ristorante Il Liberty, Milano.
Clarissa ed io avevamo già avuto la fortuna di conoscere lo Chef Andrea Provenzale in un occasione culinariamente mondana; il comune di Milano ha organizzato a Settembre 2010 un evento in parco Sempione, "Taste of Milano", nel quale diversi tra i più riconosciuti ristoranti e chef di Milano erano presenti con un piccolo assaggio delle loro specialità. In questa occasione siamo riuscite ad iscriverci ad un mini corso di cucina con lo chef Andrea Provenzale. Entusiaste dell'esperienza ci siamo promesse una cenetta nel suo ristorante.
Ed ecco che ieri, nell'indecisione di molti ristoranti che vogliamo provare, abbiamo scelto Il Liberty.
L'ambiente si presenza molto accogliente, aspetto che io personalmente ritengo essenziale per la riuscita di una buona cena, il personale gentile e disponibile. Una cosa mi ha sorpresa, oh meglio, piacevolmente sorpresa, colui che ci ha aperto la porta al nostro arrivo è stato lo chef in persona. Quale miglior modo di accogliere il cliente e farlo sentire speciale?
Probabilmente pensate che cosa c'è di così entusiasmante?!? Io invece l'ho ritenuto un gesto semplice, al di fuori del ruolo dello chef, che mi ha lasciata piacevolmente sorpresa.
Seduti a tavola ognuno di noi aveva un bicchierino di cruditè davanti a se già pronto. Ottima idea!! Un modo per iniziare a coinvolgere il commensale con il cibo.. ovviamente accompagnato da un buon bicchiere di bollicine, in questo caso ci è stato servito un Prosecco di Valdobbiadene, devo recuperare il nome dell'azienda perchè non era per niente male!
Per incominciare ho preso del Patè di fegatini di pollo al Marsala, crostini integrali alle noci e composta di cipolle rosse fondenti e come portata principale arrosto di spinacini di vitello ripieno di carciofi su crema di patate e scalogni glassati all'aceto balsamico. Risultato... molto buono!
Il patè era delizioso e si sposava bene con i crostini di pane integrale alle noci, mentre il secondo, molto saporito, aveva un ripieno di carciofi un pò troppo carico. Non fraintendete, come piatto buono, il vitello era delicato e il ripieno di carciofi si sposava bene con la carne, ma per i miei gusti la quantità di crema di carciofi era troppa rispetto alla carne. Il loro sapore forte sovrastava la delicatezza della carne di vitello.
In fine, quella golosona della mia amica ha ordinato un tortino morbido al cioccolato fondente su crostata alle nocciole, pere al vino rosso speziato e gelato alla crema e cannella, buono buono.. anche se, modestia a parte, quello che faccio io al cioccolato fondente è più goloso.
Una buona cena accompagnata da un buon vino.. Fiorduva di Marisa Cuomo, un vino già degustato in passato, prodotto sulla costiera Amalfitana, che come sempre regala emozioni.
Per concludere una lunga chiaccherata con lo chef.. quello che più ho apprezzato di lui è la sua passione e la voglia di trasmetterla con semplicità.
Un posto dove sicuramente tornerò e anche a breve.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Il Liberty Ristoranti Milano

permalink | inviato da Oci il 15/1/2011 alle 9:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia dicembre        gennaio
calendario
cerca